Abitare un manifesto in 10 oggetti:

#4 Panchina
(una sedia per due)

CARTE BLANCHE
ANTONIO SCARPONI • 17.05.2018

Leggi il manifesto nel nostro primo articolo #1 poltrona.

Questa panchina è pensata come una sedia per due, per accogliervi in un caldo pomeriggio di maggio con la luce che vi abbaglia all’ombra in un giardino mentre chiacchierate con un’amica (o amico) che avete invitato ad ammirare le rose. Se invece non avete la fortuna di avere rose o giardini, questa panchina lascia il privilegio di immaginarli, o alla peggio di ammirare quelli del vostro vicino. Se invece non avete un’amica, o un amico, invitate qualcuno ad ammirare la vostra panchina, ma vi consiglio di parlare delle rose vere o immaginate che lo siano.

A, B, C, M. Cantinelle di abete certificato FSC piallate dimensioni variabili. I profili sono disponibili in lunghezza da 1 m o di 2.5 m, in qualsiasi negozio di hobbistica (Coopbau, Jumbo, Migros DoIt, Bauhaus, ecc.), con questo tipo di schema è possibile tagliare i pezzi sul posto per mezzo dei servizi ai clienti offerti dagli stessi rivenditori. Assicurati i profili più dritti, con pochi nodi.
D, D1. Pannelli di legno di abete certificato FSC classe B. Dimensione: 1.8 x 40 x 120 cm.
E. Viti da cartongesso, 3.5×35 mm, colore nero (importante).
F. Trapano/avvitatore elettrico, con punta da legno 3 mm.
G. Punta a tazza ø80 mm.
H. Cacciavite, si consiglia comunque un avvitatore elettrico.
I. Matita.
L. Metro a nastro estensibile.

Marcare con una matita (I) le misure riportate su entrambe le estremità di uno dei profili di tipo B/C. Attenzione, il profilo B a una estremità deve essere marcato come da indicazioni in B1. Il profilo M va segnato come da istruzione alle estremità. Lungo uno dei profili M segnare anche due punti a 30 cm dalle rispettive estremità.

Con la punta da trapano per legno da tre millimetri (G), fare i buchi sulle misure segnate. Si consiglia di usare il primo elemento forato come guida per le successive perforazioni. E’ consigliabile di tenere uno sfrido al di sotto dei profili per evitare di danneggiare la superficie sottostante.

Avvitare il profilo B all’estremità del lato corto di due profili di tipo A. Assicurarsi la perfetta perpendicolarità della giunzione. A 36 cm dall’estremità inferiore di A e opposto al lato dove è avvitato il profilo B, avvitare il profilo C. Assicurasi che il lato B1 del profilo B sia posizionato correttamente. Ripetere l’operazione per i due portali che determinano la struttura della panchina.

Unire i due portali della panchina con i due profili M che costituiscono l’asse portante. Inserire prima la base, poi lo schienale. Infine, riportare in posizione eretta il telaio e avvitare il secondo asse portante della seduta.

Ora dovrete preparare la seduta e lo schienale. Segnate con una matita i punti indicati nello schema. Con una punta a tazza fate due buchi da ø8cm al centro delle due metà dell’elemento D. In corrispondenza dello spesso punto, ma a un centimetro del bordo, segnare altri due punti, che serviranno per fissare lo schienale alla seduta. Per l’elemento D1, invece, forate i punti per le viti da entrambi i lati. Attenzione, i due lati lunghi non sono simmetrici.

Infilare all’interno del telaio della panchina, la seduta D1 e avvitare tre viti su ognuno degli assi, ricordandosi che i due lati non sono simmetrici.

Dopo aver sistemato la seduta, adattate lo schienale. Calatelo all’interno del telaio e fissate anzitutto la parte inferiore dello schienale in testa alla seduta utilizzando le due viti. Fate attenzione a non tirare troppo le viti, il pannello si potrebbe sbrecciare. A operazione compiuta, procedete nel fissare la parte superiore per mezzo di viti che passeranno nei fori che avete preparato sul profilo M.

La vostra panchina è pronta. I due occhi serviranno come presa per farvi aiutare a spostare la panchina dalla luce all’ombra, qualora la discussione sulle rose dovesse improvvisamente esaurirsi e altri argomenti, magari di quelli che non amano sguardi indiscreti, dovessero incalzare la conversazione.

ILLUSTRAZIONE: Antonio Scarponi