Editoriale

RAPHAEL ROSSEL • 01.03.2018

Le conosciamo tutti: immagini estetizzate di imponenti opere architettoniche, impreziosite da interni adattati con impeccabile maestria. Ammettiamolo: a volte schiattiamo dall’invidia quando sfogliamo le riviste specializzate. Ciononostante, le leggo sempre volentieri – dopotutto sognare è lecito, o sbaglio? Queste immagini nettamente stilizzate, infatti, molto hanno in comune con lo stile di vita moderno. Ma la cultura abitativa non è qualcosa di più profondo, variegato e complesso?

La nostra nuova rivista digitale Life at Home di IKEA tratta proprio di questo: un concetto di cultura abitativa in cui elementi della quotidianità diventano entità palpabili. Una cultura che può essere continuamente reinventata, per adattarsi alle attuali esigenze dei suoi protagonisti e riflettere l’individualità di tante diverse personalità. Tutto questo può essere tanto vario e mutevole quanto il ventaglio di forme di vita esistenti. Lo testimonia il caso di Gabriela e Georg nel ritratto «La nostra casa è nel nostro cuore». Insieme, hanno scambiato il loro appartamento con la piazzola di un campeggio.

È evidente come la cultura abitativa sia influenzata in modo significativo da correnti esterne. Nell’articolo «Tutto si può fare», l’autore Oliver Herwig analizza le future conseguenze dello shopping online sul nostro benessere abitativo, giungendo a conclusioni a volte sorprendenti. Lo sapevate, per esempio, che i pannelli OLED – usati come carta da parati – sono in grado di riprodurre le onde del mare che si infrangono contro gli scogli, nel nostro salotto, semplicemente schioccando le dita?

Le due designer Lea Gerber e Sophie Liechti dell’«Atelier Volvox», invece, prediligono esperimenti di altro genere. Le due imprenditrici di Zurigo progettano e vendono autonomamente le loro collezioni, creando articoli per la casa di alta qualità.

Antonio Scarponi, infine, è convinto che il design non debba rispettare rigidi schemi. Nella sua rubrica mensile Carte Blanche, l’architetto – che ragiona come un designer e disegna come un artista – ci invita a realizzare in prima persona oggetti d’arredo seguendo le sue istruzioni. Design self-made per tutti!

Un panorama delle più svariate forme abitative e di vita, un’analisi delle influenze che trasformano la nostra abitazione in un luogo vivo che profuma di casa, e che sia al contempo uno spazio di lavoro e un rifugio a cui fare ritorno: questi i temi attorno ai quali ruota Life at Home, la rivista digitale sulla cultura abitativa.

Cordialmente,
Raphael Rossel
Direttore editoriale