L’esperimento della panchina

Raphael Rossel • 02.11.2014

Il giovane designer industriale Sebastian Marbacher trasforma le barriere da cantiere in panchine temporanee. E a partire da semplici tavole multistrato crea oggetti che reinterpretano il nostro modo di stare seduti nei luoghi pubblici. A spingerlo è il desiderio di indagare il nostro comportamento nello spazio urbano.

Qual è il collegamento tra una panchina improvvisata in comune materiale divisorio per cantieri e il design? A prima vista si direbbe nessuno. Ma è proprio da qui che parte il designer industriale Sebastian Marbacher: sfrutta assi e supporti ricavati da barriere da cantiere per creare dal nulla un oggetto quotidiano. Senza preavviso crea in spazi pubblici oggetti che si presentano ai passanti come una sorta di panchine „pop up”.

Dove regna la frenesia a causa di un cantiere nello spazio urbano, con poche mosse crea i punti adatti a una breve sosta. Fino a oggi le panchine sono ‚spuntate” in circa 30 posti, prevalentemente a Basilea o Zurigo. Per lo più queste vengono tollerate dagli operai per varie settimane, per la gioia dei passanti che sfruttano spesso e volentieri queste installazioni.

Sebastian Marbacher si definisce un „osservatore che studia a distanza i modelli di comportamento interiorizzati delle persone e offre loro i propri disegni per affrontare la quotidianità”. „Mi interessano il comportamento delle persone, la loro interazione con l’ambiente costruito e il loro rapporto in parte inconsapevole con gli oggetti di uso quotidiano”, afferma descrivendo il proprio ruolo. Gli piace modificare queste routine e analizzare i modelli per intervenirvi in maniera giocosa, come nel caso della „panchina da cantiere”.

Questo spiega anche il motivo per cui lavora in spazi pubblici. Ha applicato questo stesso approccio anche nel 2013 nel suo lavoro di diploma alla Zürcher Hochschule der Künste (ZHdK, Scuola universitaria delle arti di Zurigo). Invece di disegnare una sedia per pochi ha realizzato una seduta per molti. Si dedica „all’incontro di persone e celebra le possibilità di stare seduti assieme all’aperto”.

Nel quadro di „Bench Exercise” si è confrontato con le sedute negli spazi pubblici. Osservando che le persone si siedono volentieri sulle scalinate, ha deciso di disegnare mobili con una forma a gradini. Ciò costituisce una sfida per il pubblico: senza concrete direttive d’uso quest’ultimo sperimenta l’interazione sociale da seduto.

Trovi ulteriori informazioni su Sebastian Marbacher qui:

http://sebastian.marbacher.com
http://www.youtube.com/watch?v=qtt3Z33qEPQ

Fotografia: Sebastian Marbacher