HUS Story #13 <br /> Marielle & Phillip

HUS Story #13
Marielle & Phillip

Con la serie „HUS Story”, IKEA ci offre di volta in volta l’occasione per sbirciare dietro le quinte, direttamente all’interno dei salotti svizzeri. In questo modo abbiamo una visione diversa, oltre al catalogo e lontano dal negozio, di come i prodotti IKEA vengono interpretati alla perfezione e inseriti splendidamente nelle case.

Phillip Jaeggi, 25 anni, disponente Swisscom, designer di scarpe
Marielle Stähli, 21 anni, studentessa presso l’Alta scuola pedagogica di San Gallo, blogger
Un appartamento maisonette di vecchia costruzione, con 5 stanze, San Gallo

Da un anno Marielle e Phillip vivono in un vecchio edificio, collocato in una bella posizione a San Gallo. Ciò che senza dubbio accomuna questa coppia è la passione per la fotografia e la moda. Il gusto per i dettagli traspare in modo evidente.

Già dopo gli studi a Los Angeles, nel 2015 Phillip ha deciso di osare e fare il passo determinante, fondando, insieme a suo fratello, il marchio di moda „Guivre”. Ai modelli di scarpe già realizzati, ora dovrebbe seguire una collezione di abbigliamento. Marielle invece sta studiando per diventare insegnante di scuola elementare e al tempo stesso è una fashion blogger su Instagram, con il nome Mary L Jean. I loro talenti si completano alla perfezione, com’è possibile intuire, seguendoli sul loro blog di moda e viaggi „Laces and Places”. Quando abbiamo fatto visita a Marielle e Phillip per scrivere la HUS Story, abbiamo immediatamente capito di trovarci di fronte a una giovane coppia molto creativa e a un appartamento ricco d’ispirazione.

In base a quale criterio avete scelto la vostra abitazione?
Phillip: Dato che viviamo per la maggior parte del tempo a San Gallo, questa maisonette, con una suddivisione così funzionale degli spazi era ideale. Adoriamo il fascino dei vecchi edifici e la terrazza sul tetto con vista su tutta la città è magnifica.

HUS_Story_13_Marielle_Phillip_3

Cosa offre San Gallo oltre al Bratwurst dell’Olma?
Mary: La città è migliorata molto negli ultimi anni. Dopo i caffè stilosi, sono arrivati i negozi dai marchi internazionali come il nordico „Flying Tiger” o „Klang & Kleid”. Il nostro locale preferito per bere un caffè è l’„Oya”, mentre per i brunch domenicali andiamo al „Kafi Franz” oppure prendiamo un burger to-go al „S-Werk”.

Tra voi due, chi si occupa dell’arredamento?
Mary: A Los Angeles Phillip ha studiato architettura d’interni, quindi ha l’occhio allenato. La casa è il suo regno: gli piace decorarla con oggetti di famiglia, che raccontano storie personali, come la radio degli anni Cinquanta, il giradischi e la cinepresa che ha ereditato da suo padre, ma sceglie anche mobili e oggetti di design ricercati, come il poster di „Steven Harrington”, artista famoso in tutto il mondo, che fa parte della collezione in edizione limitata IKEA art events 2017.

Quali sono i tratti distintivi del vostro stile d’arredo?
Phillip: Direi che è un mix di „mid-century”, „urban” e anche una specie di serra – queste sono le caratteristiche principali, unite a una fresca ventata nordica. E poi ci sono gli oggetti antichi dei negozi dell’usato, gli scaffali costruiti e saldati da me e le poltrone rivestite sempre con le mie mani; inoltre in cucina abbiamo l’insegna luminosa originale del marchio „American Apparel”. Quando il negozio di Zurigo ha chiuso i battenti, l’abbiamo tolta io e Mary (chiaramente dopo aver avuto l’autorizzazione). Da allora, questa scritta conferisce alla nostra cucina quel tocco in più.

Qual è il vostro prodotto IKEA preferito?
Phillip: Forse la cucina, il cuore del nostro appartamento, progettata su misura tempo fa dal padrone di casa con il planner cucina IKEA.

Siete spesso in viaggio?
Mary: Certo che sì! Adoriamo New York e anche l’architettura di Amsterdam. Ma è a Los Angeles che ci sentiamo davvero a casa, perché Phillip ci ha vissuto durante gli studi. Ad ogni modo, tornare a casa ci fa sempre molto piacere.

C’è qualche oggetto che si replica in quantità esagerata nel vostro appartamento?
Phillip: Ci piace conservare ed esporre disegni e ricordi. Da quando abitiamo qui, collezioniamo splendide cornici IKEA… sono davvero tante, ma mai troppe! E lo stesso vale per le piante.

Come riuscite a conciliare il lavoro con i vostri hobby?
Mary: Mentre Phillip si occupa della parte amministrativa e organizzativa e fa progressi da solo, dietro alla macchina fotografica, io mi dedico alla fase di post-produzione. Ovviamente ci piacerebbe che un giorno il nostro hobby diventasse un lavoro, ma per il momento, ci limitiamo a fotografare durante i fine settimana, spesso anche solo con l’iPhone oppure organizziamo singoli shooting in location selezionate. Dato che lavoriamo e studiamo a tempo pieno, non ci resta molto tempo. Per fortuna, siamo una coppia collaudata e riusciamo a conciliare perfettamente tempo libero e blog.

Leggi tutti gli articoli della nostra serie HUS Stories e scopri altri stili d’arredo personali da cui prendere ispirazione.

© Fotografato da Jean-Marc Avila.
Tags: design Design Einrichtung Home Story HUS Story Inspiration interior

Inter IKEA Systems B.V. 2018