Sobrietà belga

Sobrietà belga

Che la loro fonte d’ispirazione siano i processi di fabbricazione, lo si intuisce dai progetti di Sarha Duquesne e Levi Dethier. E sono ispirati proprio dai limiti imposti dalla tecnica. Tuttavia, i loro mobili non sono caratterizzati solamente da materiali e metodi. Il loro straordinario pragmatismo si basa principalmente nello sguardo obiettivo con il quale i due designer osservano l’ambiente che li circonda.

Difficilmente uno scaffale può essere più essenziale. I fianchi sono delimitati da due pali in legno a base quadrata, tra i quali sono posizionati i ripiani. Anche il tavolo della „collezione Perimeter” esprime senza fronzoli ed eccessi costruttivi la semplicità geometrica e l’oggettività espressiva della sua funzione. Al contrario. La spiccata finezza statica di entrambi i pezzi è talmente integrata nei dettagli, che quasi non la si percepisce, tanto che, a prima vista, si è quasi indotti a non riconoscerne la stabilità.

Ma non è affatto così: i cavalletti e il piano tavolo sorprendono per solidità e dimostrano che il loro sviluppo non è stato assolutamente casuale. Al contrario, la „collezione Perimeter” è il risultato di un esperimento di tutto rispetto di Sarha Duquesne e Levi Dethier. Il loro desiderio era di sviluppare un sistema di mobili pieghevole, progettato come installazione d’esercizio open-ended. E si sono prefissi l’obiettivo di realizzare una collezione di per sé coerente, utilizzando solamente componenti industriali standard.

Nel 2014, per la prima volta hanno mostrato il risultato al pubblico. La risposta alla domanda che si erano postili ha portati inaspettatamente sotto la luce dei riflettori. Quando si sono presentati con la loro opera congiunta al Salone Satellite, la vetrina per i designer emergenti del Salone del Mobile di Milano, lo „scaffale Perimeter” è stato premiato con il „Design Report Award 2014” (a cui sono seguiti altri riconoscimenti). La motivazione? La sua natura oltremodo funzionale. Infatti, i quattro pali, i profili a U, i ripiani e le viti si assemblano facilmente a formare uno scaffale del tutto stabile. Inoltre è leggero da trasportare, in quanto lo si sposta con poche mosse e lo si ripone in pacchi piatti. Anche il tavolo, una fusione di due cavalletti e un piano, segue lo stesso principio. I due designer assicurano che passeranno presto alla produzione in serie, per puntare su questo oggetto.

IKEA_LeviSarha-06

Dopo il battesimo della coppia „LeviSarha” a Milano, i due hanno lanciato sul mercato altri progetti, come la lampada da tavolo Drill Lamp, sempre nel pieno rispetto della loro filosofia di lavoro: „Non è tanto il materiale quanto la tecnica di produzione che si cela dietro gli oggetti a spronarci. Siamo sempre curiosi di seguire e sperimentare nuovi processi; del resto, l’estetica dei nostri oggetti nasce spesso da questi”, afferma Sarha Duquesne.

I limiti imposti dalla tecnica, che emergono dal tipo di lavorazione, loro non li vedono come una costrizione, bensì come uno stimolo per aggirare l’ostacolo in modo innovativo. E anche nella vita quotidiana danno prova di apertura e curiosità. Il loro interesse è rivolto al nostro modo di gestire gli oggetti e, quindi, è l’osservazione la loro principale fonte d’ispirazione. È il loro supporto, come base per il lavoro congiunto e costituisce il perno del loro linguaggio espressivo: i loro oggetti emanano quel mix di concretezza e semplicità, che per loro, in veste di osservatori silenti, è tanto importante.

IKEA_LeviSarha-07

Chi sono „LeviSarha”:
Sarha Duquesne e Levi Dethier (entrambi nati nel 1988) si sono conosciuti durante gli studi presso La Cambre”, la scuola di design e arti visive più importante del Belgio. In seguito hanno frequentato il Master all’Ecole Cantonale d’art di Losanna (ECAL). Inizialmente Sarha Duquesne ha lavorato a Parigi presso la galleria Kreo, per poi approdare a Londra dal designer Sam Hecht. Nella metropoli inglese, ha incontrato Levi Dethier, giunto anch’egli a Londra presso lo studio del designer spagnolo Tomás Alonso, dopo una anno presso Maarten de Ceulaer. Al momento i due lavorano su commissione e realizzano i loro progetti e le loro idee con il marchio „LeviSarha”. Pensando ai produttori come potenziali acquirenti, attualmente stanno sviluppando alcuni oggetti per l’arredamento d’interni.

© by LeviSarha

Inter IKEA Systems B.V. 2018